Questo breve elenco vuole rappresentare un percorso culturale per scoprire a fondo la città di Arezzo. Sono luoghi consigliati ove apprendere l'origine della nostra terra. Arezzo è stato il crocevia di varie popolazioni che vanno dagli Etruschi ai Francesi. Sono apprezzabili in città lo stile gotico, medioevale e romano. Visitare Arezzo rappresenta perciò una sorta di percorso storico e approfondimento culturale di una delle città più emblematiche ed influenti d'Italia.

Palazzo Pretorio

Il Palazzo Pretorio si trova in Via dei Pileati,  un tempo sorgevano i palazzi delle nobili famiglie guelfe aretine: gli Albergotti, i Lodomeri ed i Sassoli. Questa costruzione è opera della fusione - operata tra il Trecento ed il Quattrocento - di edifici appartenuti a tali famiglie. Si possono ancora notare nella facciata gli scudi delle casate. Tempo di visita 1 ora.

Casa Museo Ivan Bruschi

Ospitata nel trecentesco Palazzo del capitano del popolo, di fronte alla Pieve di Santa Maria, la casa-museo celebra l'antiquario aretino ideatore della Fiera Antiquaria di Arezzo ed espone la ricca collezione lasciata da Bruschi alla fine del Novecento. Bellissima mostra e mostre spot di tematiche ricercate. Tempo di visita 2 ore.

Basilica di San Francesco

La Basilica di San Francesco si affaccia sulla piazza omonima,  L’edificio risale alla seconda metà del Duecento, la facciata deriva dal rifacimento trecentesco, condotto in stile gotico toscano e si denota per la semplicità estetica. Ospita all'interno l'opera magna del ciclo degli affreschi di Piero della Francesca "leggenda della vera croce". Tempo di visita 2 ore.

Duomo di Arezzo

Dedicata a San Donato e a San Pietro Maggiore, la Cattedrale di Arezzo è una gigante costruzione gotica che sorge sulla sommità della città medioevale.. La sua costruzione fu voluta dal vescovo Guglielmo degli Ubertini ed avviata verso la fine del Duecento, ma la costruzione ebbe vita travagliata. Vetrate di Marchillat di grande prestigio. Santuario della Madonna del Conforto. Tempo di visita 2 ore.

La Badia (Chiesa delle Sante Flora e Lucilla)

Costruita dai monaci benedettini nel XIII secolo e dedicata alle sante Flora e Lucilla, la chiesa si apre sull’omonima piazza, sede delle Poste granducali dal Seicento all’Ottocento inoltrato. Alla metà del Cinquecento l’edificio è stato completamente restaurato, in stile rinascimentale, su progetto del Vasari che ne modifica l'altare all'interno conferendo una prospettiva molto particolare. Tempo di visita 1 ora.

Pieve di Santa Maria

Risalente al XII-XIII secolo, la chiesa di Santa Maria della Pieve rappresenta pieve è un particolare esempio di architettura romanica tra le più importanti della Toscana. L’ edificio fu costruito sui resti di un tempio preesistente che risaliva alla fine del X secolo. Importante l'entrata con le sue decorazioni e le navate interne. Da studiare. Tempo di vista 2 ore.

Palazzo delle Logge del Vasari

Il Palazzo delle Logge si trova nel lato più elevato di Piazza Grande,influena rinascimentale nella  città medioevale. Eretto dal Comune cittadino e progettato dal Vasari nel 1573, l'edificio fu terminato nel 1595. Tempo di visita 2 ore.

Anfiteatro Romano

L’anfiteatro si trova nella parte sud della "città murata". Fu costruito nella prima metà del II secolo, dall'imperatore Adriano; fu riportato alla luce nel 1915 e più volte restaurato nel secondo dopoguerra. Importante museo all'interno. Tempo visita 3 ore

Casa del Vasari

Giorgio Vasari (1511-1574) è uno degli artisti più eclettici del XVI secolo; fu pittore e architetto cruciale in Arezzo e Firenze. Il suo archivio detto Vasariano è fondamentale per la conoscenza delle maggiori personalità della storia dell'arte: raccolse, infatti, nelle su famosissime Vite, le biografie dei maggiori pittori, scultori ed architetti italiani fino alla sua epoca. Bellissimi gli affreschi interni, prestigio artistico. Tempo di visita 2 ore.

Palazzo dei Priori

Il Palazzo dei Priori sorge sulla collina del centro storico ini piazza della Libertà. Costruito nella prima metà del Trecento, l’edificio ha sempre ospitato il governo cittadino: attualmente è sede del Municipio. Qualche traccia della struttura originaria è in Via Ricasoli. Nelsotterraneo si trovano le vecchie carceri. Tempo di visita 2 ore.

Fortezza Medicea

Situata sulla sommità del Colle di San Donato, la Fortezza Medicea costituisce un esempio significativo dell'architettura militare difensiva del Cinquecento. Sotto la direzione di Antonio da Sangallo il Giovane e di Nanni Ungheri  fu costruita tra il 1538 ed il 1560, sull’area dell’antica cittadella medievale, che fu rasa al suolo. Scavi elavori ne stanno riportando alla luce la struttura romanica. Assolutamente da studiare. Tempo di visita 2 ore.

Palazzo Fraternita dei Laici

La Fraternita di Santa Maria della Misericordia, (detta poi Fraternita dei Laici),costituita nel trecento da un gruppo di aretini diretti dai frati Domenicani. Scopo del sodalizio era di aiutare i poveri, curare i malati, seppellire i morti. Il Palazzo della Fraternità, situato in Piazza Grande tra l'abside della Pieve di Santa Maria e le Logge Vasariane ha al suo interno opere uniche e salendo nella torre viste pazzesche. Tempo di visita 2 ore.

Teatro Petrarca

Princiaple struttura teatrale aretina e deve la sua nascita ad un'accademia che nel 1828 decise di edificare un nuovo teatro pubblico. I lavori, iniziati nel 1830 su progetto di Vittorio Bellini, si conclusero nel 1833. Il 21 aprile, in occasione dell'inaugurazione, furono rappresentati l'Anna Bolena di Donizetti e il balletto in cinque atti Alessandro da Palermo. Restauro finito nel 2015. Tempo di visita 2 ore.

Basilica di San Domenico

Stile gotico lineare del XIII secolo. Essa domina il fondale in leggera pendenza della piazza omonima, e rappresenta uno dei punti più suggestivi di Arezzo. Importantissimo e unico il crocifisso di Cimabue visibile dietro l'altare. Tempo di visita 2 ore.

 

Musei:

Museo Statale D'arte Medioevale E Moderna

Museo archeologico statale Gaio Cilnio Mecenate

Museo dei Mezzi di Comunicazione

Museo Diocesano

Galleria Comunale Di Arte Contemporanea

 

Personaggi storici famosi:

Gaio Cilnio Mecenate, Guido Monaco, Guglielmino degli Ubertini, Margaritone d'Arezzo, Fra Guittone, Santa Margherita da Cortona, Francesco Petrarca, Spinello Aretino, Masaccio, Leonardo Bruni, Poggio Bracciolini, Piero della Francesca, Cristoforo Landino, Mino da Fiesole, Luca Signorelli, Michelangelo Buonarroti, Andrea Sansovino, Bernardo Dovizi, Giorgio Vasari, Papa Giulio III, Pietro Aretino, Benedetto Varchi, Andrea Cesalpino, Pietro Berrettini, Alessandro dal Borro, Francesco Redi, Bernardo Tanucci, Vittorio Fossombroni, Pietro Benvenuti.

 

Giostra del Saracino:

Si tratta di una competizione cavalleresca di origine Medioevale e che consiste nel colpire un bersaglio, posto sullo scudo del Buratto (un automa girevole che impersona il "Re delle Indie"), con una lancia al termine di una  carriera a cavallo. Sebbene a cavallo, la competizione è di assoluto rispetto degli animali e per questo viene preferita dai più al Palio di Siena. Non registriamo negli anni episodi ed eventi nei quali abbia perso la vita un animale durante la competizione del Saracino di Arezzo.

"Io vidi già cavalier muover campo,

e cominciar stormo a far lor mostra,
e tal volta partir per loro scampo;

corridor vidi per la terra vostra,

o Aretini, e vidi gir gualdane,
fedir torneamenti e correr giostra;

quando con trombe, e quando con campane,

con tamburi e con cenni di castella,
e con cose nostrali e con istrane.."


Dante Alighieri, La Divina Commedia - Inferno, Canto XXII (1-9)

 

Fiera Antiquaria di Arezzo

La Fiera Antiquaria di Arezzo nasce nel 1968, la prima sul territorio nazionale e si svolge ogni prima domenica del mese e sabato precedente, in Piazza Grande e nelle vie del centro storico storico alto. La sua missione è quella di  raccogliere collezionisti, designer e arredatori cultori di oggetti che storici di qualsiasi tipo purchè di qualità e originalità spiccata.
Quasi quattrocento espositori, provenienti da ogni parte, contornano la manifestazione con oggetti d’arte, mobili, gioielli e bijoux, orologi, libri e stampe antiche, strumenti  musicali, giocattoli antichi, stoffe, numismatica ed ogni tipo di cosa testimone tangibile della storia.
Tra i suoi banchi possiamo ammalioarci anche con modernariato, del vintage e dell’artigianato di qualità.
Da sempre la Fiera Antiquaria di Arezzo è ed è considerata la più grande e la più bella d'Itali e forse del mondo tra i mercati antiquari. Di elevato interesse artistico la cornice storica e architettonica.

 

Centro Guide Arezzo

La storia di Arezzo ha radici profonde, sono susseguite dominazioni molto diverse che hanno connotato il territorio, le sue tradizioni e la stessa parlata. Partendo dal periodo etrusco siamo passati ai romani, longobardi, Franchi, epoca dei comuni e delle signorie, dominio fiorentino, Francia di Napoleone Bonaparte , Granducato di Toscana e Regno d'Italia alla fine. La fortezza medicea è custode di molti di questi passaggi epocali grazie al suo recente scavo archelogico.

C'è un solo modo di approfondire la conoscenza e la visita di Arezzo e pertanto Allegra Toscana suggerisce di massimizzare i tempi contattando il centro guide della città.


http://www.centroguidearezzo.it/
https://www.facebook.com/centroguide.arezzo/?fref=ts
https://www.facebook.com/ArezzoArtsTour/?fref=ts